Il disturbo ossessivo compulsivo è riconosciuto come un disordine psichico serotoninergico

 

Cause del disturbo ossessivo compulsivo
Il disturbo ossessivo compulsivo è riconosciuto come un disordine psichico serotoninergico, in quanto è stato dimostrato che nei pazienti affetti da tale patologia è evidenziata una disfunzione nella trasmissione della serotonina tra i neuroni cerebrali.

Ciò può avere una causa esclusivamente biologica oppure essere anche accentuata da comportamenti acquisiti  in persone geneticamente predisposte. La discussione verte spesso sul fatto se è il comportamento ad influenzare prima il cervello o viceversa, anche se un collegamento tra il disturbo ossessivo compulsivo e le strutture cerebrali specifiche è stato stabilito.

Base genetica
L’origine genetica, pur presente, spiega solo alcuni dei casi: studi sui gemelli monozigoti hanno dimostrato, infatti, che se essi vengono separati e posti in condizioni diverse, possono non contrarre tutti il disturbo ossessivo compulsivo ma, ad esempio, può esserne affetto solo uno dei due o più fratelli.

Secondo uno studio pubblicato su “Nature Communications”, scritto da un gruppo di ricercatori del Broad Insistute di Cambridge (Massachusetts), guidato da Elinor K. Karlsson e Kerstin Lindblad-Toh, sono stati individuati quattro geni responsabili della forza con cui alcuni neuroni aderiscono con le loro sinapsi ad altri neuroni, la cui presenza aumenta la probabilità di contrarre il DOC. Sono varianti dei geni NRXN1 e HTR2A, legate all’alterazione della struttura di legame della sinapsi, del gene CTTNBP2 (addetto alla conservazione dell’integrità sinaptica) e del gene REEP3, che si occupa dell’accumulo, nelle vescicole cellulari, dei neurotrasmettitori da rilasciare poi nella sinapsi.

Un altro studio, condotto nell’Istituto di Fisiologia della Julius-Maximilians-Universität a Würzburg (Germania) e pubblicato su Molecular Psychiatry, ha individuato nel deficit di SPRED2, proteina presente in diverse aree del cervello, una causa di OCD negli animali da laboratorio. L’eccessiva attivazione della via di segnale TrkB/ERK-MAPK potrebbe essere il meccanismo attraverso il quale il deficit di SPRED2 causa il DOC; il meccanismo avviene nelle sinapsi talamo-amidgdaliche.

Ipotesi autoimmune
Secondo qualche studio, ancora in fase iniziale, ci potrebbe anche essere un’origine autoimmune, in seguito ad un’infezione che ha generato una malattia fisica (come in altri disturbi della sfera ansiosa). La causa potrebbe derivare dalla reazione eccessiva allo streptococco B-emolitico di gruppo A. Tale sindrome, detta PANDAS, che a volte si manifesta con la Corea di Sydenham, una manifestazione neurologica della febbre reumatica, provocherebbe invece in alcuni soggetti la predisposizione al disturbo ossessivo compulsivo.

Disfunzione nei gangli basali
Numerosi studi (Rauch, Rapoport, Schwartz), basati sull’analisi dei principali neurotrasmettitori (serotonina, dopamina, noradrenalina) e sulla diagnostica in neuroimaging funzionale dell’encefalo, porterebbero a ipotizzare disfunzioni localizzate nel nucleo caudato e generalmente a livello dell’intero telencefalo; tali disfunzioni sono presenti specialmente nei gangli della base e particolarmente nel corpo striato sede del nucleo caudato, ma anche nei lobi frontali.

Il nucleo caudato, che mette in atto normalmente un meccanismo di filtraggio dei messaggi ricevuti dalla corteccia cerebrale (parte più esterna del telencefalo e che presiede al pensiero razionale), realizza funzioni come il pensiero, il processo decisionale e la comprensione, e nelle persone affette da disturbo ossessivo compulsivo e patologie simili è disfunzionale e presenta una maggiore attivazione. La corteccia cerebrale diviene iperattiva e il paziente quindi presenta un errore nel procedimento di selezionamento degli impulsi, attivando poi, in seguito alla persistenza dei pensieri ossessivi nella corteccia prefrontale orbitale, le reazioni ansiose derivate dai nuclei più profondi del cervello, quali l’amigdala, vicina al putamen (struttura che lavora assieme al nucleo caudato con funzioni simili) e collegata quindi ai gangli della base direttamente.

Sviluppo comportamentale
Comunque, il fatto di avere genitori o figure importanti durante l’infanzia e l’adolescenza affetti da disturbo ossessivo compulsivo o da tratti di personalità ossessiva, influisce in modo decisivo sullo sviluppo del disturbo ossessivo-compulsivo.