Il rene policistico è una malattia ereditaria caratterizzata dalla comparsa di numerose cisti in entrambi i reni

Definizione

Il rene policistico è una malattia ereditaria caratterizzata dalla comparsa di numerose cisti in entrambi i reni.
La formazione delle cisti compromette la funzione renale, determinando una condizione patologica chiamata insufficienza renale.
Le cisti sono delle sacche rivestite da epitelio renale e contenenti liquido. In caso di rene policistico, la loro presenza aumenta sia il peso che le dimensioni dell’organo che può arrivare ad essere anche di quattro volte rispetto alla misura normale. La grandezza delle cisti è variabile: possono misurare qualche decina di millimetri, o anche 4-5 centimetri.

Classificazione del rene policistico
Il rene policistico è una malattia con base genetica e si classifica in:
• Rene policistico autosomico dominante. È presente dalla nascita, ma si manifesta con sintomi in età adulta, a partire dai 30-40 anni.
• Rene policistico autosomico recessivo. Si manifesta nei primi mesi di vita. Spesso il bambino muore dopo il parto, o entro il primo anno di vita. Il bambino sviluppa le prime cisti renali già nell’utero materno.

Sintomatologia del rene policistico
I sintomi nella fase iniziale sono: dolore addominale e/o addome rigonfio, dolore lombare. Nella fase più tardiva si presenta: sangue nelle urine (ematuria), proteine nel sangue (proteinuria), dolore a uno o entrambi i reni, calcoli renali, infezioni renali, ipertensione, infezioni urinarie.

Diagnosi del rene policistico
La diagnosi è clinica in base alla corretta interpretazione dei sintomi. Inoltre le tecniche di indagini di imaging come ad esempio l’ecografia confermano la diagnosi.

Complicanze del rene policistico
Una diagnosi tardiva e la mancata cura di questi sintomi possono complicare il quadro patologico del paziente colpito da policistosi renale. Le complicazioni più gravi sono: l’insufficienza renale cronica, l’ipertensione cronica.