L’encefalo è quella parte del sistema nervoso centrale completamente contenuta nella scatola cranica e divisa dal midollo spinale

Struttura
L’encefalo è costituito, a sua volta, da tre organi. Ciascuno origina dal completamento dello sviluppo delle vescicole encefaliche che vanno a costituire l’estremità craniale del tubo neurale. Pertanto alla tradizionale divisione anatomica si affianca quella embriologica. In senso caudo-craniale si trovano:

Tronco encefalico: prosecuzione craniale del midollo spinale, possiede paragonabili circuiti che generano archi riflessi (connettendo i nuclei dei nervi cranici) e anche complesse funzioni integrative, in particolar modo legate al controllo delle funzioni vitali. È costituito a sua volta da tre porzioni, in senso caudo-craniale:
Bulbo: detto anche midollo allungato o mielencefalo, è il segmento inferiore dell’encefalo e prosegue in basso, senza interruzione, nel midollo spinale.
Ponte: posizionato ventralmente al cervelletto, che origina principalmente come una sua espansione.
Mesencefalo: in continuità superiormente con il diencefalo, costituito dai due peduncoli cerebrali ventralmente e dal complesso del tetto dorsalmente.
Cervelletto: la porzione situata nella scatola cranica posteriore, centro di coordinazione motoria in base a molteplici informazioni ottenute dalla sensibilità vestibolare e recettiva, situato nell’albero della vita.
Prosencefalo: il centro integrativo più alto e raffinato del sistema nervoso centrale, si forma dal completamento di:
Telencefalo: la porzione più superficiale dell’encefalo, costituito dagli emisferi cerebrali e dai nuclei della base.
Diencefalo: posto internamente alla sostanza bianca telencefalica, è costituito da cinque porzioni (talamo, epitalamo, metatalamo, ipotalamo, subtalamo) strutturalmente e funzionalmente legate ai nuclei della base. Si trova in continuazione, caudalmente, con il mesencefalo tramite i due peduncoli cerebrali.