Conoscere come utilizzare l’alga spirulina e quali devono essere le sue dosi giornaliere è importante per il proprio benessere

In merito all’alga spirulina la cosa più importante da tenere conto, quindi, e prima di sapere come utilizzarla, è che bisogna essere sicuri che sia pura e che provenga da zone di coltivazione controllata. La quantità di spirulina da assumere, in linea generale, dipende da fattori quali peso, altezza, età e condizioni generali di salute del paziente e in ogni caso, per sapere quanti grammi al giorno conviene assumerne, è sempre meglio consultare un dietologo o un nutrizionista perché questo fattore cambia a seconda di ciò che si vuole ottenere e dallo stato di salute di partenza. Lo specialista valuterà anche le possibili interazioni coi farmaci che eventualmente si stanno assumendo e sarà quindi in grado di consigliare qual è la maniera migliore per assumerla. Di sicuro chi fa dello sport, per compensarne la perdita dovuta all’intensa attività fisica, ha bisogno di una quantità di proteine, oligoelementi, acidi grassi e sali minerali superiore rispetto alla norma. In linea generale però, questa quantità oscilla tra 1 e i 5grammi al giorno; sotto questa soglia non si percepiscono gli effetti, mentre al di sopra di essa possono verificarsi delle controindicazioni. In ogni caso considerando che l’organismo si deve abituare all’elevatissima concentrazione delle proprietà di quest’alga conviene cominciare con dosi ridotte arrivando gradualmente fino, e non oltre, i 5 grammi. Si parte da dosi minime fino a raggiungere quella ideale consigliata dal professionista consultato sapendo che tale gradualità è fondamentale soprattutto in relazione alle grandi proprietà depurative dell’alga: assunta senza preparazione, infatti, potrebbe provocare spiacevoli episodi di diarrea. L’ideale sarebbe assumere la spirulina per un periodo massimo di 3-4 mesi, intervallati da 2-3 mesi di pausa, per poi ripetere un altro ciclo. Consiglio questo perché facendo in questo modo all’organismo viene permesso di riposare da un’eventuale stimolazione eccessiva dovuta al continuo apporto di iodio, pigmenti vegetali e di alcune vitamine. La versione in polvere può essere diluita in un bicchiere d’acqua, ma va bene anche un succo di frutta o un altro composto liquido oppure è possibile aggiungerla a gustosi e salutari “green smoothies”, frullati di frutta senza latte e con aggiunta di verdure verdi o, appunto, di alghe. Viene spesso impiegata anche come ingrediente aggiuntivo nella preparazione del gomasio, che sarebbe un condimento costituito da sale marino integrale, semi di sesamo tostato e, per l’appunto, alga spirulina in polvere che, utilizzando questi stessi ingredienti, può essere preparato anche in maniera casalinga. Quando l’integratore è invece sotto forma di compresse, la dose consigliata è di circa 4-6 al giorno; in ogni caso, per non sbagliare, è sempre meglio attenersi alle dosi riportate sulle confezioni considerando che comunque il Ministero della Salute ne sottolinea l’effetto fisiologico utile per l’azione nutriente e di sostegno dell’essere umano.