Il metabolismo basale (MB), o BMR, dall’inglese Basal metabolic rate, è il dispendio energetico di un organismo vivente a riposo

METABOLISMO BASALE

Definizione di metabolismo basale

Il metabolismo basale (MB), o BMR, dall’inglese Basal metabolic rate, è il dispendio energetico di un organismo vivente a riposo, comprendente dunque l’energia necessaria per le funzioni metaboliche vitali (respirazione, circolazione sanguigna, digestione, attività del sistema nervoso, ecc.). Rappresenta circa il 45-75% del dispendio energetico totale nella giornata.

Valore del metabolismo basale
Il valore del metabolismo basale si esprime in chilocalorie, e per essere calcolato sono necessarie le seguenti condizioni, dette condizioni basali:
• il soggetto deve essere a riposo, ma nello stato di veglia
• deve essere a digiuno da almeno 12 ore
• deve aver trascorso una notte riposante
• non deve aver praticato alcuna attività fisica intensa nell’ora precedente alla misurazione
• devono essere rimossi i fattori che possono provocare eccitazione fisica o mentale
Poiché anche la temperatura ambientale influenza il metabolismo basale, il valore è normalizzato per una temperatura ambientale compresa tra 20 °C e 27 °C.
Il metabolismo basale è influenzato da fattori individuali, nonché dal sesso e dall’età.

Calcolo del metabolismo basale

Si può calcolare un valore medio del metabolismo basale moltiplicando il peso in kg per un coefficiente che varia in funzione del sesso e dell’età (in media una chilocaloria per ogni kg di massa all’ora, cioè al giorno vuol dire 24 volte il peso in chilocalorie). Questo valore tuttavia non è corretto per chi è in una condizione di sovrappeso.
Il Metabolismo basale può essere misurato calcolando il calore generato come effetto di reazioni biochimiche che avvengono all’interno dell’organismo attraverso la calorimetria diretta (camera calorimetrica) oppure indiretta (calorimetro/metabolimetro).
La calorimetria diretta permette di valutare la spesa energetica a partire dalla misurazione della dispersione di calore di un soggetto posto all’interno di una stanza adeguatamente attrezzata.
La calorimetria indiretta è la metodica che consente di valutare la spesa energetica attraverso la misurazione delle variazioni di concentrazione di ossigeno e anidride carbonica nei gas respiratori e di calcolare inoltre l’ossidazione dei substrati energetici (glucidi, lipidi, protidi).

Influenze sul metabolismo basale

Il metabolismo basale è influenzato da:
• innalzamento della temperatura corporea (l’aumento di un solo grado incrementa il metabolismo basale del 13%);
• temperatura esterna (se diminuisce si verifica un aumento del metabolismo basale e viceversa);
• stato nutrizionale e tipo di dieta;
• massa magra dell’individuo:
• fattori ormonali;
• gravidanza e allattamento (il metabolismo basale aumenta soprattutto nella fase finale della gestazione);
• stati di ansietà;
• utilizzo di farmaci (i sedativi, per esempio, diminuiscono il metabolismo basale, mentre le amfetamine e gli stimolanti lo aumentano);