Le vene gastriche drenano principalmente nella vena porta, nella vena lienale e nella vena mesenterica superiore

Le vene gastriche drenano principalmente nella vena porta, nella vena lienale e nella vena mesenterica superiore. Come per le arterie, sono frequenti e numerose le varianti della distribuzione venosa.
La vena gastrica sinistra drena il sangue della parte addominale dell’esofago, tramite la vena tributaria esofagea, della parte destra del fondo dello stomaco, della parte superiore destra del corpo dello stomaco. Compie una sorta di semicerchio ondulato a partire dalla piccola curvatura, riceve le tributarie esofagee a livello del cardias, per poi passare anteriormente al tronco celiaco, alla vena cava inferiore, discendere, e confluire infine nella vena porta.
La vena gastrica destra drena il sangue della parte superiore sinistra del corpo dello stomaco, dell’antro pilorico e del canale pilorico. Segue l’andamento della piccola curvatura per poi risalire verticalmente e dirigersi posteriormente verso la vena porta. A livello del piloro accoglie anche il sangue della vena prepilorica.
Le vene gastriche brevi, in numero di 4-5, drenano il sangue del fondo dello stomaco e di parte del corpo dello stomaco inferiore, per poi confluire nella vena lienale.
La vena gastroepiploica sinistra drena il sangue della parte inferiore del corpo dello stomaco, nonché alcune porzioni del grande omento. Decorre lungo la grande curvatura e confluisce nella vena gastroepiploica destra, con cui si anastomizza.
La vena gastroepiploica destra drena il sangue della parte inferiore destra del corpo dello stomaco, dell’antro e del canale pilorico. Decorre lungo la grande curvatura ricevendo il sangue della vena gastroepiploica sinistra, per poi confluire nella vena mesenterica superiore. Può ricevere il sangue della vena pancreaticoduodenale superiore prima di confluire nella mesenterica superiore.
La vena gastrica posteriore, quando presente (o presenti) decorrono presso l’arteria gastrica posteriore e drenano il sangue della parte posteriore centrale del corpo dello stomaco e di parte del fondo dello stomaco, drenando nella vena lienale.