Il disturbo ossessivo compulsivo di personalità è un disturbo di personalità caratterizzato da un complesso di risposte rigide della personalità, comportamenti

Sintomatologia principale del disturbo ossessivo compulsivo della personalità
Il soggetto con una personalità ossessiva-compulsiva ha uno stile prudente e perfezionista che manifesta costantemente buona parte (o la totalità) dei seguenti caratteri:

-Perfezionismo
-Fissazione sulle liste e l’organizzazione
-Eccessiva dedizione al lavoro
-Preoccupazione eccessiva per l’ordine, la pulizia e il controllo di spazi e ambienti
-Mania del controllo sulle persone, che rende le relazioni familiari e d’amicizia difficili e pesanti
-Ansia immotivata in situazioni divergenti dalla routine del soggetto
-Attenzione eccessiva ai dettagli
-Autocommiserazione o colpevolizzazione eccessiva in caso di errori secondari o anche futili
-Timore eccessivo delle critiche, anche se costruttive
-Pessimismo
-Razionalizzazione eccessiva dei sentimenti (visti come una perdita di controllo) che porta a vivere gli affetti in modo limitato
-Incapacità di esprimere direttamente la rabbia e/o comportamenti passivo-aggressivi
-Difficoltà a lavorare in gruppo o a delegare compiti ad altri
-Stile di vita improntato alla parsimonia. Il denaro è visto non come fonte di piacere ma come protezione, da accumulare in caso di disgrazie o problemi futuri.
-Tendenza all’accumulo di oggetti, anche se privi di valore economico e/o affettivo
-Inflessibilità su posizioni etiche, politiche, religiose e/o morali
-Rigidità e difficoltà ad adeguarsi ai cambiamenti

Sintomatologie di contorno
I soggetti affetti da OCPD non presentano un’emotività ridotta come i soggetti affetti da disturbo schizoide di personalità, tuttavia tendono a un forte controllo delle emozioni. In modo più o meno conscio ritengono l’affettività e le emozioni una perdita del controllo dell’Io. Le emozioni represse si accumulano senza la possibilità di essere sfogate o vissute apertamente, ciò provoca stati di sofferenza. Le più frequenti emozioni negative nei soggetti ossessivo-compulsivi sono:

l’ansia dovuta ad una mancanza di ordine, di controllo o di impostazione “approvata”;
la rabbia può seguire alle critiche e disapprovazione frequenti, che il soggetto attira su di sé per l’approccio interpersonale rigido;
la frustrazione per non aver portato a termine un compito o per non aver raggiunto gli standard autoimposti;
l’invidia nei confronti di persone che, pur non seguendo il metodo “corretto”, ottengono risultati e riconoscimenti migliori.
Poiché esprimere pubblicamente la rabbia è considerato inaccettabile da questi soggetti, essi aumentano ogni volta gli sforzi per reprimerla, creando un circolo vizioso a livello emotivo. Possono mostrarsi eccessivamente zelanti ed ossequiosi nei confronti dei superiori e ipercritici e controllanti nei confronti dei sottoposti. Sebbene siano convinti di avere standard morali più elevati degli altri, a differenza dei soggetti affetti da disturbo narcisistico di personalità, si sforzano di apparire sempre posati e modesti, evitando di mostrare orgoglio o altezzosità. Questo è dovuto alla loro paura di sbagliare e di essere rimproverati per i loro errori.